Sette anni fa, la nostra notte più lunga

Da “Il Tirreno” del 29 giugno 2013 Noi dell’obitorio e la notte più lunga di GIAMPAOLO SIMI Intorno alle 23 e 50 del 29 giugno 2009, nei seminterrati dell’Ospedale Versilia si verifica un… Continua a leggere

Vota:

Dove sarò quest’estate

Principalmente sarò a scrivere il prossimo romanzo. Ma ogni tanto uscirò di casa. Ecco quando e dove.   Volterra – 18 giugno, Incontro per la rassegna I colori del libro. Ore 18.20, Logge… Continua a leggere

Vota:

Nemmeno le cornee

Era qualche anno fa. Stavo lavorando, con fatica, all’idea di un nuovo romanzo. Il romanzo sarebbe poi diventato “Cosa resta di noi”. Ma non ero pronto, era troppo presto. Le storie hanno i… Continua a leggere

Vota:

Cosa resta di un anno in giro per l’Italia

Alla prima telefonata ti parlano con deferenza – non si può mai sapere questi scrittori che bestie sono. Alla seconda telefonata è come se avessero fatto con te tutte le scuole dell’obbligo. In… Continua a leggere

Vota:

Sono i sanculotti del self-publishing i veri punk di oggi?

Quando assisto al dibattito sul self publishing, penso alla musica. Come mai? Ve lo racconto prendendola alla larga – ma non troppo, promesso. Non di rado, durante le presentazioni di Cosa resta di noi, qualcuno… Continua a leggere

Vota:

Il posto dei “cattivi”

Sappiamo bene che uno dei problemi della fiction italiana sta nei “cattivi”. Se il “villain” è una sagoma di cartone bidimensionale, qualsiasi storia risulterà moscia, e  sarà il nostro “buono” in primis a essere molto meno… Continua a leggere

Vota:

Come il giallo può sopravvivere all’indagine (2)

Nella bellissima serie inglese Broadchurch la scoperta del colpevole è affidata a un evento che difficilmente potrebbe resistere a una tipica obiezione da riunione di sceneggiatura di quelle raccontate nel post precedente: “perché… Continua a leggere

Vota:

Se l’indagine poliziesca uccide il giallo (1)

UFFICIO – INTERNO GIORNO Una stanza scarna. Alle pareti lavagne di sughero, scaffalature ingombre di toner e di capsule per la macchinetta del caffè. Durante un’intera giornata di riunione se ne sono andati un… Continua a leggere

Vota:

La morte vista al contrario

Alcuni di voi lo sanno già. Per gli altri: in Cosa resta di noi c’è una coppia che, nonostante il ricorso alla procreazione assistita, non riesce ad avere un figlio. Lui si chiama Edo,… Continua a leggere

Vota:

“La nuit derrière moi”, encore des chroniques!

« Tension narrative, force du propos et exigence littéraire… Ce roman inclassable à la beauté crépusculaire réunit le meilleur pour nous dévoiler le pire. » (Carrefour Savoirs) « Il faut attendre la petite… Continua a leggere

Vota: