La playlist/5

La playlist de La notte alle mie spalle si è aperta con una donna in bianco e si chiude con una donna in nero. Si è aperta con lo spettro virgineo di Cathy Earnshaw e si chiude con Madonna in versione dark. Lo spazio narrativo del romanzo, in fondo, sta fra questi due speculari opposti.

Madonna viene fatta passare per un’autorevole innovatrice che detta la linea. Non è del tutto così, perché l’intrattenimento di massa dei nostri giorni è regredito a una mentalità pre-beatlesiana, è molto refrattario alle sterzate violente, alle innovazioni radicali. Nessuno oggi si potrebbe permettere, che so, un disco come Heroes senza essere relegato nelle retrovie della musica iper-alternativa.

E infatti, con Frozen, Madonna non inventa mica niente di nuovo. Fiuta il vento, intuisce. Afferra al volo le atmosfere trip-hop del momento, insaporisce il piatto con le spezie di qualche etno-sonorità e rivisita l’immaginario dark anni ’80 di una come Siouxsie. Ma non solo. In Frozen c’è la donna-vampiro che assorbe il sangue dalla terra arida del deserto e si scompone in uno stormo di corvi, l’animale simbolo di Morgana, colei fra le Tre Parche che sorvolava i campi di battaglia per portarsi via le anime dei caduti.

C’è la donna eclissi che vela il sole maschio, la donna fantasma che fluttua senza toccare la terra come le yu-rei, nel folklore giapponese gli spettri delle donne uccise dai loro uomini. E verso la fine del clip diventa una e trina, non credo a imitazione del Padreterno maschile, ma casomai a richiamare le tre Erinni che perseguitavano chi aveva versato il sangue dei propri familiari.

Madonna insomma non avrà inventato niente, ma ha creato un capolavoro assoluto.

E quando dico capolavoro non mi riferisco alla canzone. Mi riferisco al videoclip di Chris Cunningham che soltanto assieme alla parte musicale costituisce un’opera compiuta, indissolubile. Perfetta.

You’re so consumed with how much you get
You waste your time with hate and regret

Annunci

Un pensiero su “La playlist/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...