Sì, ma quali libri regalano gli scrittori?(5)

Il rush di consigli delle ultime ore è tutto in terra di Toscana. Li ho lasciati per il gran finale, i miei amici corregionali. E avvicinandosi l’ora della tradizionale tombola, perché non concedersi una cinquina con i fiocchi?

Aiolli, Gucci, Salimbeni, Scarlini, Vichi.

Graham Greene,  Il treno di Istanbul, Mondadori

regalato da Valerio Aiolli

A chi e perché:

All’amico costretto a viaggiare molto per lavoro…
… perché è un libro pieno di passioni restituite con passione, ma anche con la leggerezza dell’ironia e il magnetismo della suspence. Dopo averlo letto, viaggiare in treno diventa un’altra cosa.

Francesco d’Isa,  I., Nottetempo

regalato da Matteo Salimbeni

A chi e perché:

Alla sorella, al fratello, l’amico o l’amante che non ho mai avuto
Quando troverai questo libro nella tua libreria, potrai provare stupore o sconcerto. Già, perché non ti ricorderai d’averlo mai comprato, preso in prestito in biblioteca o ricevuto come regalo. Pensa allora che c’è qualcuno, dall’altra parte del mondo, o a pochi chilometri dall’uscio di casa, o forse addirittura dentro casa tua che è molto, molto simile a te. Qualcuno che non ha mai smesso di cercarti in tutti questi anni, di farti delle domande, di rispondere alle domande che non gli hai mai fatto (o che ti illudi di non avergli mai fatto) e di augurarti buone feste e di guastartele, quelle feste. Qualcuno che ha scritto questo libro soltanto per te e che l’ha sistemato, di nascosto, fra le pieghe dei tuoi scaffali. Aspettando che tu ne scriva uno per lui.

Herman Melville,  Bartleby lo scrivano, Feltrinelli

regalato da Marco Vichi

A chi e perché:

Per tutti. Perché è un raccontino indimenticabile, fatto di niente, ma dove c’è
tutto

Lev Tolstoj,  Confessioni, Marietti

regalato da Emiliano Gucci

A chi e perché:

A chi: a quegli amici che non ti capiscono più. A quelli che hanno sempre confuso la coerenza con l’idiozia. Il biglietto: Goditelo; se te lo regalo, è perché ti voglio bene. Buon Natale.

Susan Pasztor,  Un favoloso bugiardo, Keller

regalato da Luca Scarlini

A chi e perché:

A un padre. Per divertirci a reinventare insieme una tradizione familiare, visto
che quella reale può essere difficile, e più che mai opprimente a Natale

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...