Una questione pubblica

A breve metterò on line qualche aggiornamento su presentazioni ed eventi per la prossima primavera. Intanto, se vi va, potete leggere questo mio commento sulla scomparsa di Roberta Ragusa apparso domenica su Il Tirreno. È una breve riflessione sull’aspetto mediatico della cronaca nera, con uno sguardo al passato neanche troppo recente. Per capire che alcune cose non le hanno certo inventate Bruno Vespa o Federica Sciarelli. Ma soprattutto per non dimenticare che la cronaca nera in Italia è da sempre una questione pubblica, anche quando i delitti nascono in una dimensione strettamente privata. Mai come in Italia la cronaca nera è stato strumento di battaglia politica, di richiamo all’emergenza perenne e di condizionamento delle scelte del cittadino, che le questioni sul tavolo si chiamassero divorzio o immigrazione.

Nonostante rivendichi lo status di intrattenimento, il racconto del crimine (inchiesta o romanzo che sia) è sempre stato quanto di più intimamente politico si possa immaginare, da Conan Doyle a Dashiell Hammett, dai noiristi francesi a Truman Capote.

A maggior ragione una narrativa italiana che si occupi di delitti non può avere alcuno spazio di manovra, alcun alibi per divincolarsi da rifrazioni pubbliche e politiche, anche quando non si occupa dei misteri di Piazza Fontana, anche quando rifiuta di salire sulle barricate (e il giallo italiano odierno sembra starsene molto comodo in salotto). A chi tenta di sminuire questa questione pubblica con un sorrisetto e una scrollata di spalle non lascio personalmente molte alternative: o è in malafede o è pericolosamente inconsapevole di quello che scrive.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...