C’era una volta il diario e c’è ancora (di carta)

diario-73 smemo marrella

(da “Il Tirreno, 14 Settembre 2014)

Il diario scolastico inizia quest’anno il suo secondo secolo di vita. In Italia diventò obbligatorio infatti con un Regio Decreto del 1913. Non è affatto poco, se pensate a quanti oggetti sono caduti in disuso in questo secolo: dalle cartoline illustrate alle musicassette, dalle macchine per scrivere alla pellicola fotografica. E davanti al lungo funerale dei supporti cartacei che si sta celebrando da dieci anni, in questi giorni sugli scaffali delle librerie, dei negozi e dei supermercati si gioca una partita di fatturato importantissima. Te ne accorgi perché parlare di “diario scolastico” tout court ormai non vuol dire più niente. Il prodotto è diversificato, ogni proposta è affinata…

 

Continua a leggere sul sito de Il Tirreno.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...