14 giugno

Scrivere un romanzo implica lunghe ore di solitudine. Penso però che le più lunghe non siano quelle che passo a scrivere. Talvolta mi sento molto solo quando vorrei parlare a qualcuno dei personaggi immaginari con cui condivido il caffè della mattina e l’ultimo pensiero prima del sonno, i tre isolati per andare a comprare la frutta e la verdura o i trecento chilometri per raggiungere una libreria. Vorrei, ma per mesi non lo posso fare. L’esperienza insegna che quei personaggi, le loro parole e i loro gesti, sono ancora fragili. Hanno bisogno di ulteriori cure prima di affrontare il mare aperto, non necessariamente placido e benevolo, della lettura altrui.

Gli ultimi mesi in giro per l’Italia li ho trascorsi a presentare La ragazza sbagliata. Per fortuna però si stanno moltiplicando le situazioni in cui uno scrittore non è chiamato a un (più o meno) brillante monologo, ma ad ascoltare le opinioni dei propri lettori, e quindi gli incontri in cui il dialogo è il presupposto di partenza, non una formula di cortesia relegata agli ultimi cinque minuti – “se c’è qualcuno che vuol fare una domanda…” (segue silenzio tombale, specie se è previsto un promettente aperitivo).

Un anno in cui mi è successo di ritrovarmi a scrivere ovunque, in stazione in attesa di un treno o in albergo in attesa del sonno. Magari con ancora davanti i volti di chi avevo appena incontrato e il loro sguardo sulle mie parole.

Mi rendo conto oggi che è stato un buon modo di mitigare l’inevitabile solitudine di chi scrive un romanzo. Ma non solo.

È stata soprattutto l’occasione per incontrare di persona e guardare negli occhi coloro che non si meritano di essere delusi. E per non dimenticarmi mai, riga dopo riga, che in fin dei conti i miei veri datori di lavoro sono loro.

Come una famiglia esce il 14 giugno. E sì, c’è ancora Dario Corbo.

Ma non aspettatevi un sequel.

Annunci

3 pensieri su “14 giugno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...